Piano per il Lavoro della Regione Campania: i primi due bandi

Nell’ambito del Piano per il Lavoro della Regione Campania, sono stati pubblicati il 9 luglio scorso i primi due bandi per l’assunzione di 2175 lavoratori nella Pubblica Amministrazione

Di seguito i profili per i quali ci si può candidare, i requisiti di partecipazione e le modalità con cui saranno espletate le selezioni

2175 posti a concorso

Il Piano per il Lavoro della Regione Campania comincia dunque a prendere forma nel concreto. Lo scorso martedì, 9 luglio, sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana i testi dei primi due bandi per l’assunzione di poco più di 2000 figure professionali.

Nel giro delle prossime settimane, alla luce delle dichiarazioni del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ne verranno emanati altri al fine di raggiungere la cifra complessiva, stimata in partenza dall’ente di Palazzo Santa Lucia, di 10 000 unità lavorative da assumere nella Pubblica Amministrazione.

Il primo bando per i profili di categoria D

Il primo dei due bandi riguarda la selezione di 950 figure professionali di categoria D, per le quali è richiesto il possesso della laurea. Ecco, di seguito, quali sono:

CFD/CAM – Funzionario risorse finanziarie, funzionario pianificazione e controllo di gestione e funzionario specialista contabile;

AMD/CAM – Funzionario amministrativo, funzionario amministrativo e legislativo, funzionario specialista amministrativo;

TCD/CAM – Funzionario tecnico, funzionario specialista tecnico;

ITD/CAM – Funzionario di sistemi informativi e tecnologici, funzionario informatico;

CID/CAM – Funzionario comunicazione e informazione;

CUD/CAM – Funzionario di policy regionali e funzionario specialista in attività culturali;

SAD/CAM – Profilo funzionario specialista socio-assistenziale;

VGD/CAM – Funzionario di vigilanza.

I candidati hanno tempo sino al prossimo 8 agosto per inviare la candidatura sul portale Step One 2019. In virtù dell’altissimo numero di iscrizioni già pervenute (circa 16 mila), sarà necessaria l’effettuazione di una prova preselettiva comune a tutti i profili. Saranno somministrati 80 quesiti a risposta chiusa. Di questi, 50 saranno di carattere attitudinale, volti a verificare le capacità di ragionamento critico –verbale e logico-matematiche. I restanti verteranno su materie giuridiche (diritto amministrativo, costituzionale, ecc.), ordinamento e geografia politica ed economica della Regione Campania.

Non prima di 15 giorni dalla data della prova pre-selettiva sarà data agli interessati apposita comunicazione sul sito internet dell’ente Formez, http://riqualificazione.formez.it, che gestirà l’iter concorsuale.

La prova selettiva scritta, invece, prevede la somministrazione di 60 quesiti a risposta multipla sulle materie di ciascun profilo. Coloro che supereranno anche questo step potranno svolgere un tirocinio retribuito di 10 mesi, che terminerà con un esame orale. I candidati che saranno giudicati idonei in seguito a tale prova verranno assunti a tempo indeterminato da una delle amministrazioni coinvolte nel Piano per il Lavoro della Regione Campania.

I posti per i profili di categoria C

Lo stesso iter concorsuale (prova preselettiva, prova selettiva, tirocinio e prova orale) sarà applicato anche per i profili di categoria C, quelli cioè in cui è previsto come titolo di accesso il diploma di scuola superiore. Le unità richieste sono 1225. Ecco di seguito l’elenco completo dei profili:

CFC/CAM – Istruttore risorse finanziarie, istruttore contabile;

AMC/CAM – istruttore amministrativo;

TCC/CAM – Istruttore tecnico;

ITC/CAM – Istruttore sistemi informativi e tecnologie, istruttore informatico;

CIC/CAM – Istruttore comunicazione e informazione;

CUC/CAM – Istruttore policy regionali e istruttore culturale;

SAC/CAM – Istruttore socio-assistenziale;

VGC/CAM – Istruttore di vigilanza.

Dove consultare i bandi

Per sapere maggiori informazioni, i primi due bandi del Piano per il Lavoro della Regione Campania sono disponibili, oltre che in Gazzetta Ufficiale e sul sito dell’ente Formez, anche nell’apposita sezione del portale www.regione.campania.it