Obblighi di adeguamento Regolamento U.E. 679/2016

Codice PRIVACY D.lgs. n. 196/93 modificato dal D.lgs. n. 101/18

Il Regolamento Europeo n. 679/16 sulla tutela dei dati personali è già in vigore dal 25 maggio 2018. Il D.lgs. n. 101/18 nell’armonizzare la normativa europea al codice privacy (D.lgs. n. 196/03) conferma l’applicazione DI ELEVATE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE STABILITE in caso di omesso adeguamento.

A CHI È RIVOLTO L’OBBLIGO DI ADEGUAMENTO

L’obbligo di adeguamento ricade su tutte le AZIENDE PRIVATE E LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

Considerata l’importanza del relativo adempimento, la PSB SRL –  con sede operativa in Salerno (Sa), via Nizza, n.136-  avvalendosi di uno staff costantemente aggiornato sull’evoluzione del panorama normativo in tema di Privacy, è in grado di supportare le Aziende in tutte le fasi di questo processo di cambiamento fornendo, sia il servizio di adeguamento alla nuova normativa, sia il servizio di DPO esterno.

La sua responsabilità principale è quella di osservare, valutare e organizzare la gestione del trattamento di dati personali (e dunque la loro protezione) all’interno di un’azienda (sia essa pubblica che privata), affinché questi siano trattati nel rispetto delle normative privacy europee e nazionali.

La nomina del DPO è obbligatoria nei seguenti casi:

A titolo esemplificativo e non esaustivo, sono state individuate le seguenti categorie di soggetti certamente tenuti alla nomina di un dpo: istituti di credito; imprese assicurative; sistemi di informazione creditizia; società finanziarie; società di informazioni commerciali; società di revisione contabile; società di recupero crediti; istituti di vigilanza; partiti e movimenti politici; sindacati; caf e patronati; società operanti nel settore delle “utilities” (telecomunicazioni, distribuzione di energia elettrica o gas); imprese di somministrazione di lavoro e ricerca del personale; società operanti nel settore della cura della salute, della prevenzione/diagnostica sanitaria quali ospedali privati, terme, laboratori di analisi mediche e centri di riabilitazione; società di call center; società che forniscono servizi informatici; società che erogano servizi televisivi a pagamento.

In tutti gli altri casi, la nomina non è obbligatoria come ad esempio: trattamenti effettuati da liberi professionisti operanti in forma individuale; agenti, rappresentanti e mediatori operanti non su larga scala; imprese individuali o familiari; piccole e medie imprese, con riferimento ai trattamenti dei dati personali connessi alla gestione corrente dei rapporti con fornitori e dipendenti, tuttavia, la designazione di tale figura è, in ogni caso, raccomandata, in rispetto al principio di accountability che governa l’intero gdpr.

 Tra gli adempimenti cui l’azienda è tenuta, si elencano, a titolo solo esemplificativo e non esaustivo:

 Fornitura di informative ai soggetti interessati;

  • raccolta dei relativi consensi al trattamento;
  • individuazione di responsabili al trattamento interni ed esterni;
  • individuazione degli amministratori di sistema;
  • predisposizione delle istruzioni agli incaricati del trattamento;
  • verifica sulle politiche di trattamento dei c.d. “dati sensibili”;
  • verifica della presenza di un sistema di videosorveglianza, analisi dei siti internet, ed analisi della conformità alle disposizioni vigenti in materia, in particolare alle previsioni del provvedimento in materia di videosorveglianza da parte del Garante della Privacy del 8 aprile 2010;
  • adozione elle misure di sicurezza.

Per info e preventivi scrivete a infosalerno@psbsrl.it – Tel. 089/9955251