Nuovo programma alternanza scuola-lavoro in Italia

Il progetto di alternanza scuola lavoro in Italia ha permesso negli ultimi anni agli studenti di maturare esperienza sul campo. Con la legge di bilancio il progetto subito una pesante riduzione, e nelle strutture scolastiche ciò non ha necessariamente un valore negativo

Il programma era di certo difficile da gestire per molte scuole che hanno dovuto ridimensionare l’educazione puramente scolastica degli studenti. I dirigenti scolastici sono lieti di una riduzione di un programma così “duro da gestire”.

Indubbiamente il programma scolastico è particolarmente vasto, soprattutto durante il triennio, e ridurre il tempo a disposizione con il progetto di alternanza scuola-lavoro aveva reso la vita più difficile per i professori. Con il nuovo ridimensionamento degli orari, però, saranno 150 le ore di pratica lavorativa da svolgere negli istituti tecnici e professionali.

La situazione nei licei

Nei licei, invece, saranno 90 anziché 200 le ore previste di alternanza. Tutto ciò va indubbiamente a favore della formazione scolastica degli studenti, ma potrebbe anche aiutare l’alternanza lavorativa stessa, che potrebbe condensare il lavoro in un tempo minore offrendo una migliore qualità.

Non era molto semplice, in effetti, garantire un progetto qualitativamente elevate considerando tante ore di alternanze. Per quanto molte scuole siano riuscite a garantire degli ottimi progetti, è lecito pensare che nei licei l’utilità di questo progetto non sia la stessa rispetto agli istituti tecnici.

Ad esempio, in un Alberghiero a Firenze, nonostante si sia confermato il valore formativo del progetto, il preside Ludovico Arte ha ammesso che un ingente numero di ore di alternanza crea molte difficoltà. Pur sostenendo un ridimensionamento delle ore per i licei, è fondamentale mantenere uno standard qualitativo elevato.

Un triste esempio fatto dallo stesso preside è quello di ragazzi mandati a fare fotocopie. Di certo non è possibile considerare questa mansione una vera e propria alternanza scuola lavoro. Che il programma di bilancio possa migliorare la situazione?

Andrea Nastro