Lo Smart Working aumenta la produttività: l’esempio di Costa Crociere

Le aziende sono alla costante ricerca di nuovi modelli di organizzazione del lavoro che permettano loro di ottenere maggior benefici

Per aumentare la produttività e ottenere miglior risultati, molte aziende cercano strategie diverse e innovative.

Alla base dei risultati di un’impresa sono necessari sia dei buoni comportamenti da parte dei dipendenti, sia una nuova idea di gestione del tempo lavorativo.

Lo Smart Working può essere la soluzione. Vediamo come funziona.

Smart Working: che cos’è?

La definizione di Smart Working (Lavoro Agile) è contenuta nella legge 81/2017.

Allo scopo di incrementare la competitività e agevolare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, si promuove il lavoro agile quale modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato stabilita mediante accordo tra le parti, anche con forme di organizzazione per fasi, cicli e obiettivi e senza precisi vincoli di orario o di luogo di lavoro, con il possibile utilizzo di strumenti tecnologici per lo svolgimento dell’attività lavorativa.

Un caso di smart working

La prestazione lavorativa viene eseguita, in parte all’interno di locali aziendali e in parte all’esterno senza una postazione fissa, entro i soli limiti di durata massima dell’orario di lavoro giornaliero e settimanale, derivanti dalla legge e dalla contrattazione collettiva.

Il datore di lavoro garantisce la salute e la sicurezza del lavoratore che svolge la prestazione in modalità di lavoro agile e garantisce sul buon funzionamento degli strumenti tecnologici assegnati al lavoratore.

Ai “lavoratori agili” viene garantita la parità di trattamento, economico e normativo, come ai loro colleghi che eseguono la prestazione con modalità ordinarie.

L’accordo può essere a termine o a tempo indeterminato.

Lo Smart Working si può applicare anche nei rapporti di lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche.

Smart Working, la svolta digitale

La possibilità del lavoro flessibile, senza precisi orari e senza la necessità di un luogo fisico dove recarsi, è stata resa possibile dalle innovazioni tecnologiche in campo digitale.

Tramite un portatile, un tablet o uno smartphone possiamo lavorare anche a decine di chilometri di distanza senza per questo perdere in efficienza, anzi, si evita anche lo stress che troviamo nel luogo di lavoro. Tutto ciò permette, se ben organizzato, di aumentare la produttività dei propri dipendenti e di conseguenza miglior risultati per l’azienda.

Questo si traduce anche in un miglioramento della qualità della vita della singola persona che, senza diminuire in produttività, aumenta il proprio benessere personale avendo più tempo da dedicare a sé e alla propria famiglia.

Smart Working, l’esempio di Costa Crociere

Sempre più aziende stanno adottando questa strategia che si sta rilevando vincente.

Un esempio è senz’altro quello di Costa Crociere, dove il direttore delle risorse umane, Sergio Repetto, ha dichiarato:

Su 800 dipendenti il 70% ha aderito mediamente con una giornata alla settimana e adesso la stiamo portando a due. Un buon accordo funziona se si guadagna in due e noi abbiamo registrato la soddisfazione del personale, con l’aumento della produttività e la crescita a doppia cifra dei profitti. Per i lavoratori avere una giornata libera a casa in cui conciliare lavoro ed esigenze personali è positivo.”

Francesco De Fazio