L’IMPATTO DEGLI ESOSCHELETRI NEL MONDO DEL LAVORO

Sempre più numerose le sperimentazioni di esoscheletri nelle industrie, soprattutto automobilistiche. Di seguito i dettagli

Nelle imprese 4.0 è, ormai, sempre più frequente l’utilizzo di esoscheletri che facilitano le attività svolte dai lavoratori. Infatti, gli esoscheletri aiutano il movimento, proteggendo le condizioni di salute degli operatori, diminuendo la fatica e soprattutto tutelandoli dagli infortuni. Inoltre, gli esoscheletri sono anche utilizzati per aiutare le persone paraplegiche sia nel lavoro che nelle loro attività quotidiane.

L’utilizzo degli esoscheletri nelle imprese 4.0

Vediamo ora alcuni esempi di come al giorno d’oggi gli esoscheletri facilitino il lavoro degli operai nelle imprese . La Lowe, nota azienda statunitense che si occupa di vendita al dettaglio e di elettrodomestici per le case, sta utilizzando un prototipo di esoscheletro con braccia meccaniche, addirittura personalizzate, che nel corso del tempo saranno sempre più diffuse, anche nelle Pmi.  Anche la Ford ha preso molto a cuore la salute dei propri dipendenti, cercando di agevolarli rispetto alle fatiche che devono affrontare quotidianamente nel sollevamento dei pesi e nelle attività da loro svolte.

Soprattutto, il rischio cui si va incontro è quello di assumere posture sbagliate che facilitano l’insorgere di problemi fisici notevoli. Pertanto, la Ford sta diffondendo all’interno della sua azienda l’EksoVest, dispositivo realizzato attraverso una stampa 3D dall’azienda Ekso Bionics.

Esso è stato pensato per adattarsi alla forma del busto e della schiena dei lavoratori e può essere usato in ogni settore industriale, in quanto facilita il sollevamento pesi, evitando così sforzi continui e ripetuti. Nel 2017 la Ford ha organizzato una prima sperimentazione per questo strumento nelle proprie sedi americane, ma nel corso di quest’anno verrà esportato anche nelle sedi europee e del Sud America.

L’Industria 4.0 nel mondo del lavoro

Questa degli esoscheletri è la risposta a tutti coloro che mettono in dubbio la grande portata innovativa dell’Industria 4.0, considerandola come fattore che porterà via lavoro. In questo caso, è chiaro ed evidente che la tecnologia facilita le attività lavorative piuttosto che “rubarle”, come in molti credono.

In più, la Ford non è l’unica casa automobilistica ad occuparsi di sperimentazione di esoscheletri: infatti, anche la BMW, la Hyundai, l’Audi e la General Motors hanno attivato programmi di sperimentazione appositi per agevolare le attività dei propri operai. In sostanza, è facile intuire che il futuro del lavoro passerà, dunque, per gli esoscheletri.