LE GARANZIE SONO ANCHE “OVER”

Ci siamo già occupati di misure di inserimento lavorativo, finanziate dalla Regione Campania col Ministero per le Politiche Sociali, da attuare per i giovani, ma le categorie da preservare non sono purtroppo solo queste.

Il flagello della disoccupazione infatti, non angustia solamente i giovani, gli under 35, verso cui sono stati attuati piani di inserimento lavorativo; il problema riguarda anche persone adulte, over 40 o 50 (o di qualsiasi età), che di punto in bianco si sono trovate ad affrontare un problema a loro sconosciuto: quello della perdita repentina del lavoro, in un momento della loro vita in cui erano già proiettati ad assaporare il piacevole gusto del riposo assicurato dalla pensione, trovandosi oramai a pochi anni (7/8 anni) dall’ambìto  traguardo raggiunto con sacrifici e rinunce, durate decenni.

Invece no, nel momento in cui questa fascia sociale si sentiva inconfutabilmente al sicuro, inserita in un tessuto lavorativo che poteva garantire una certa tranquillità, di punto in bianco si trovano a dover fare i conti con una realtà a loro quasi completamente ignota: quella di ritrovarsi senza fissa occupazione.

Da lì la voglia di darsi da fare, di rimettersi in gioco in qualunque modo, per non uscire completamente da quel circuito che li ha visti parte attiva della realtà lavorativa e sociale per tanto tempo; non è assolutamente pensabile ridursi a delle “amebe”, quando ancora si può dare il proprio contributo alla società. Un concreto supporto a queste risorse non poteva che arrivare dalle Istituzioni, tenute a garantire i diritti di ogni cittadino che ne abbia necessità.

A tale fine, la Regione Campania ha attuato un piano di intervento denominato Garanzia Over Regione Campania.

E’ la nuova misura che da marzo 2016 consolida il programma “Ricollocami”; essa è finalizzata a sostenere l’occupazione di candidati over 30, tramite lo stanziamento di finanziamenti per le aziende che li assumono e una retribuzione per 6 mesi per i candidati stessi. Essa favorisce l’assunzione di risorse estromesse da altre politiche del lavoro, come Garanzia Giovani.

Pertanto la misura è dedicata a chi ha compiuto 30 anni, ma che si trova in stato di disoccupazione. Non ci sono limiti di età massimi anzi: la Regione Campania incentiva maggiormente le assunzioni di over 50, questo è dovuto al fatto che nello specifico questo tipo di target risulta di difficile collocazione sul mercato, questa situazione è la medesima per ogni area del nostro Paese.

Sono stati predisposti da parte della Regione Campania 10 milioni di euro per il reinserimento nelle aziende campane di lavoratori sospesi o espulsi dalle fasi produttive, questi ultimi, percepiranno 800 euro per 6 mesi, mentre per le aziende campane è previsto un incentivo di 7.000 € per assunzione a tempo indeterminato, 2000 € nel caso di contratto a tempo determinato e 1000 € per un contratto a termine di durata però non inferiore a 9 mesi; questo con l’obiettivo di facilitare la ricollocazione di questo tipo di lavoratori.

Suddetto bando non prevede scadenza, essa è infatti fissata all’esaurimento dei fondi investiti (salvo eventuali proroghe).

Viene dato un gran risalto anche alle assunzioni a beneficio delle donne, per cui vale lo stesso discoro: le facilitazioni per questo tipo di assunzioni (donne di qualsiasi età), sono davvero notevoli. Tutto ciò, nel tentativo di minimizzare la distanza sociale con gli uomini, disparità che si averte maggiormente in tema di partecipazione attiva al mercato del lavoro.

Accertati i requisiti per iscriversi al programma Garanzia Over Campania (Il lavoratore non deve percepire ammortizzatori sociali: cioè non deve più riscuotere alcun sostegno al reddito, come ad esempio la NASPI, o l’ASdi [assegno di disoccupazione]), sono previste due linee di intervento:

  1. incentivi alle imprese che assumono, che vanno dai 6 ai 12 mila euro (con precedenza a donne e over 50);
  2. tirocini formativi extracurriculari di 6 mesi rimborsati all’impresa proprio dalla Regione (solo se finalizzati all’assunzione). Funziona così: l’impresa paga al disoccupato l’indennità mensile prevista dalla normativa sui tirocini di 600 euro al mese; se però il tirocinio, dopo i 6 mesi, sfocia in contratto a tempo indeterminato, la Regione rimborsa all’azienda le sei mensilità (3.600 €).

Come si procede fattivamente all’adesione al programma? Le iscrizioni Garanzia Over Campania si fanno on-line e la selezione dei lavoratori viene effettuata direttamente dall’impresa, utilizzando una piattaforma telematica dedicata, ma possono provvedere anche i Centri per l’Impiego pubblici e/o le Agenzie per il Lavoro accreditate, per conto dell’impresa.

A risultato ottenuto, cioè alla realizzazione di un effettivo incontro tra domanda e offerta, questi intermediari si assicurano un premio economico che può andare da 1.500 a 2.000 euro, per assunzione a tempo indeterminato. In definitiva, con la perfetta applicazione di questo programma, ogni soggetto coinvolto può raggiungere la propria finalità: le aziende mirano all’abbattimento del costo del lavoro, i privati cittadini ad ottenere un guadagno (non soltanto in termini economici), le Istituzioni ad arginare un enorme problema sociale.

di Fiorinda Caliendo