In Italia nuove opportunità di lavoro da casa Amazon

sede di amazon che presto portera tanti posti di lavoro in italia

Saranno 1700 le nuove assunzioni che la multinazionale americana effettuerà entro la fine del 2018 nel nostro Paese

Ottime notizie in Italia per chi è alla ricerca di un impiego o per chi magari intende cambiarlo per una crescita sul piano professionale ed economico. La nota multinazionale Amazon, specializzata nel campo dell’e-commerce, investirà entro la fine del 2018 800 milioni di euro nel nostro Paese per la creazione di un consistente numero di posti di lavoro. Secondo le prime stime, saranno assunte 1700 unità, le quali andranno a rinfoltire il gruppo delle 3500 già inquadrate nel personale distribuito nelle varie sedi italiane a partire dal 2010.

Le mansioni richieste saranno varie e spazieranno dal settore dell’ingegneria a quello dell’informatica; inoltre, le opportunità riguarderanno occupazioni meno prestigiose, come ad esempio  quella di operatore di magazzino. I nuovi assunti saranno collocati nelle principali filiali di Amazon presenti nel nostro Paese: non solo, dunque, nel Centro Direzionale di Milano (dove il personale raggiungerà le 600 unità entro la fine dell’anno) e nel Centro di Sviluppo di Torino (qui si ricercheranno specialisti nello studio del linguaggio naturale e del riconoscimento vocale), ma anche nel Customer Service di Cagliari e nei centri di distribuzione di Castel San Giovanni (Piacenza), Passo Corese (Rieti) e Vercelli.

Non è stato ancora confermato ma molto probabilmente nuove assunzioni saranno effettuate nelle nuovissime sedi di Roma, Burago (Monza e Brianza) e Buccinasco (Milano) mentre un’ulteriore filiale con 400 posti dovrebbe essere inaugurata a breve anche a Casirate d’Adda (Bergamo).  Tutti dati, questi, che confermano la grandissima crescita della multinazionale di Seattle.

Impegno in Italia

Il Country Manager Amazon.it ed Amazon.es, Mariangela Marseglia, afferma che l’impegno e gli investimenti da dedicare all’Italia per migliorare costantemente tutti i servizi che vengono offerti ai suoi clienti, sia a livello nazionale che europeo, puntano allo sviluppo ed alla ricerca negli ambiti come la Robotica e la Machine Learning.  Il Country Manager Marseglia ritiene, inoltre, che 1.700 dipendenti potranno rafforzare i team nazionali per rendere sicure le consegne veloci ed aumentare, soprattutto, i livelli di convenienza.

L’impegno in Gran Bretagna e nel resto del mondo

Qualche giorno fa Amazon ha informato la sua utenza che creerà 2.500 nuovi posti di lavoro in Gran Bretagna. Con questi nuovi rinforzi Amazon potrà contare, nelle Isole Britanniche, su 27.550 impiegati. Al contempo, però, va rilevato che alcuni suoi distributori materiali, tra i quali Mark & Spencer, hanno comunicato la chiusura di circa un centinaio di depositi.

Per quanto riguarda il resto del mondo, invece, la potente azienda statunitense leader del commercio informatico, ultimamente, sta cercando di moltiplicare i propri affari in giro per il Mondo. Ad esempio la recente acquisizione di PillPack, noto distributore di compresse a domicilio, ha inserito la multinazionale presieduta da Jeff Bezos nel settore sanitario, mettendo così sotto pressione i grandi distributori farmaceutici del Globo.