La necessità di un supporto psicologico per i pazienti stomatizzati

Dopo il periodo di permanenza in ospedale, riveste grande importanza l’assistenza da prestare al paziente stomatizzato anche sul piano emotivo e psicologico

Uno degli aspetti da considerare nel trattamento dei pazienti stomatizzati, anche dopo il periodo di permanenza in ospedale, è il supporto psicologico da prestare nei suoi riguardi. Ecco in breve, allora, quali devono essere le procedure da seguire per garantire, nei limiti del possibile, un suo sereno ritorno alla vita quotidiana.

L’obbligo di incontri informativi prima delle dimissioni ospedaliere

Non tutti, forse, sanno che, prima ancora che il paziente lasci la struttura ospedaliera o la clinica in cui ha subito l’intervento, lo staff sanitario competente è tenuto, per legge, a svolgere incontri per informarlo in merito alla messa in atto ed alla gestione di alcune specifiche operazioni.

La più importante è il cambio della sacca e della placca: dopo l’espletazione di una simulazione pratica da parte dell’infermiere stomaterapista, solitamente è lo stesso paziente, sotto il suo stretto controllo, a ripetere tale manovra prima che possa compierla autonomamente.

L’esigenza di un supporto che coinvolga anche emotività e psicologia

Tuttavia, per il paziente stomatizzato, il problema non è solo legato al corretto svolgimento di azioni dal punto di vista sanitario ma anche, e talvolta soprattutto, al senso di disagio che può avvertire sul piano emotivo e psicologico. A questo proposito, vi sono in Italia alcune aziende che offrono all’utenza un adeguato supporto attraverso il ricorso a professionisti di comprovata bravura.

Questi ultimi hanno un delicatissimo compito: far capire, in primo luogo allo stesso paziente, che con la stomia si può tornare a vivere una vita assolutamente dignitosa. In questo gruppo di supporto è bene che vi siano profili professionali diversi ma compatibili con lo scopo finale: non solo infermieri specializzati e psicologi, ma anche, ad esempio, avvocati che forniscano consulenza in merito ai diritti ed alle agevolazioni riconosciute dalla legge al paziente.

Ambulatori ed associazioni a disposizione dei pazienti

A disposizione dell’utenza vi sono, infine, sparsi su tutto il territorio nazionale appositi ambulatori di stomaterapia. In tal senso, facendo alcune semplici ricerche online, si possono trovare i recapiti di quelli più vicini al domicilio del paziente.

Qui, saranno a disposizione, negli orari decisi dalla struttura, professionisti che sapranno dare indicazioni relative anche all’alimentazione particolare da seguire per evitare spiacevoli inconvenienti. In questi presidi, infine, i pazienti, vivendo tra loro momenti di scambio e di confronto, potranno trarre maggiore forza nell’affrontare la vita di tutti i giorni, anche se in realtà, al di fuori degli stessi ambulatori, si stanno costituendo numerose associazioni nelle quali è possibile approfondire il rapporto umano con gli operatori specializzati.