Il messaggio Linkedin che ha garantito il posto di lavoro al mittente

Come scrivere una “cold mail”, cioè una mail di richiesta di assunzione non reclamata espressamente dal datore di lavoro

Di seguito il testo del messaggio su Linkedin che ha permesso al mittente di ottenere il posto di lavoro dei suoi sogni in una startup che non stava cercando collaboratori.

Come trovare un nuovo lavoro in due soli minuti

Nel 2012 Elliott Bell ha inviato un messaggio tramite la rete professionale di contatti lavorativi Linkedin ed ha ottenuto il posto di lavoro che desiderava ardentemente. Quello che colpisce è che la società destinataria del messaggio non era alla ricerca di collaboratori e che il mittente ha impiegato solo due minuti per scriverlo e inviarlo.

La storia in pillole

Dopo aver seguito un convegno dove uno dei relatori era Kathryn Minshew, CEO del sito di consigli sulla carriera e annunci di lavoro “The Muse”, Elliott Bell ha scritto un breve messaggio (il cui testo è integralmente riportato di seguito) alla Minshew ed è riuscito immediatamente a convincerla ad avere un colloquio che lo ha poi portato ad essere assunto nel settore marketing della Startup di successo.

Perché questa è una storia di successo, destinata a diventare un Case Study

A rendere significativa la storia non è il fatto che Bell abbia trovato lavoro, ma piuttosto il modo in cui lo ha fatto. È utile analizzare gli elementi del brevissimo testo che ha convinto un amministratore delegato di una affermata società a fissargli un incontro e successivamente ad assumerlo. In gergo questo approccio è chiamato “cold mail”, cioè un messaggio inviato ad un destinatario che non lo ha richiesto e che non è alla ricerca di collaboratori.

Ancora più importante, il destinatario del messaggio non aveva mai avuto contatti con il mittente, che gli era del tutto sconosciuto. Il testo è stato così ben scritto da convincere la Minshew ad assumere Bell come responsabile marketing della propria società.

Gli ingredienti del successo

Perché il testo colpisca nel segno è importante inserire alcune frasi che rappresentano punti chiave del discorso. Innanzitutto è importante inserire alcune informazioni che stabiliscano un contatto personale tra mittente e destinatario e contemporaneamente far capire chiaramente di avere estremo rispetto del tempo di chi legge il messaggio. Bell ha poi lavorato per ben quattro anni con la società che aveva contattato in questo modo. La stessa Minshew ha riconosciuto l’importanza della modalità di comunicazione ed ha inserito la storia nel libro “The New Rules of Work”  che ha scritto nel 2017 assieme ad Alex Cavoulacos, cofondatore di “The Muse”.

Il messaggio includeva qualcosa di personale (che l’autore aveva visto la Minshew parlare al convegno).

Faceva affermazioni carine sul destinatario (che era restato sbalordito dal lavoro fatto dalla squadra).

Chiariva il desiderio di lavorare con “The Muse” e non con altre aziende.

Forniva poche ma significative informazioni sulle competenze del mittente e forniva un nominativo che era un contatto comune tra lui e la destinataria, così da permettere una verifica delle proprie capacità.

Concludendo, poi, avanzava una richiesta ragionevole e che non avrebbe rubato eccessivo tempo alla lettrice.

Il testo del messaggio

“Ciao Kathryn, anche se un po’ fuori contesto, ieri ho partecipato alla conferenza Women 2.0 con EatDrinkJobs e ho avuto l’occasione di vederti parlare. Sono rimasto sbalordito da te, dalla tua squadra e, soprattutto, dalla tua società. Ho trascorso sei anni a lavorare per Seamless.com, lavorando a stretto contatto con leader straordinari come Jason Finger (che conosci bene). Vedo un potenziale davvero incredibile nella tua azienda e mi piacerebbe esserne parte in qualsiasi modo. Il mio focus principale è nel marketing, con un sacco di esperienza di lavoro per aziende con lo stesso tipo di utenti che credo attraiate anche voi. Mi piacerebbe raccontarti di più su come il mio set di competenze potrebbe aiutarti a raggiungere e superare gli attuali obiettivi di crescita. Congratulazioni per tutto il tuo successo attuale. Ancora una volta, sarebbe bello trovare un momento per chiacchierare di più sulla società e dirti come potrei aiutarti. Distinti saluti, Elliott”

Federica Amodio