Il credito di imposta, previsto dal “Piano Nazionale Impresa 4.0”, rappresenta un’azione fondamentale, in quanto spinge le aziende a investire nella formazione del personale

Si tratta di percorsi di apprendimento mirati e specifici nelle discipline digitali e tecnologiche, conosciute anche come tecnologie abilitanti. Il futuro è ormai nell’Industria 4.0: è bene che le società lo capiscano, in modo da non perdere una grande opportunità di sviluppo.

Corso di Realtà Virtuale e Realtà Aumentata della PSB Srl

In questo contesto, PSB Srl propone il Corso di Realtà Virtuale e Realtà Aumentata. Con l’espressione “realtà aumentata (Augmented Reality abbreviato in AR)” ci si riferisce all’aumento delle capacità sensoriali attraverso diversi livelli di informazioni, generalmente progettate e inviate grazie ad impulsi elettronici. Nella realtà aumentata (AR) le informazioni, oltre che “aggiunte”, possono essere “ridotte” in modo da mostrare una realtà più fluida e chiara. I tecnici di AR (Realtà Aumentata) inseriscono i dati che permettono un aumento della percezione del reale sui pc oppure su dispositivi mobili, grazie ad una webcam e ai pertinenti software. Questi ultimi identificano gli specifici marcatori, che velocemente sovrappongono sui relativi schermi contenuti multimediali quali oggetti 3D, audio, video, e altro ancora.

Nella realtà virtuale (Virtual Reality abbreviato in VR), diversamente dalla realtà aumentata, i dati raccolti elettronicamente prevalgono per ingannare i cinque sensi e offrire la percezione di ritrovarsi immersi in un’altra realtà (creata completamente dal computer).

Notizie sul credito d’imposta per la formazione 4.0

Si ricorda che l’attività di credito d’imposta per la formazione 4.0 è stata prorogata di un anno: dunque, le aziende possono accedere al programma per le spese di formazione sostenute a partire dal 1° gennaio e fino al 31 dicembre del 2019. Il piano di credito di imposta formazione, da utilizzare solamente in compensazione, permette alle aziende partecipanti di ottenere un credito d’imposta pari al 50% per le piccole imprese, al 40% per le media imprese e al 30% per le grandi imprese, per le spese sopportate per una formazione atta ad acquisire le necessarie e indispensabili competenze nelle tecnologie rientranti nel progetto Industria 4.0. Possono partecipare tutte le società e le imprese residenti in Italia, a prescindere dalla categoria giuridica, dall’ambito economico di pertinenza, dalla grandezza e dalle caratteristiche reddituali e contabili.

Alla fine del corso, sarà consegnato un attestato di partecipazione, conforme a quanto prevede la normativa vigente.