Coronavirus: gli OSS sempre più necessari

La diffusione del Coronavirus si sta diffondendo in tutta Italia ma c’è una grave carenza di personale sanitario. Gli OSS sono indispensabili

Il Paese, in quest’ultimo periodo, sta attraversando un momento molto difficile. Il nuovo Coronavirus, il SARS-CoV-2, ha ormai una diffusione globale e in Italia tutte le Regioni presentano casi di contagio.

Mentre il Covid-19 dilaga, il Sistema Sanitario non riesce a reggere alla pressione, soprattutto nelle Regioni epicentro del morbo: il Veneto, l’Emilia-Romagna e la Lombardia.

Gravissima appare la mancanza di personale sanitario qualificato, in primis medici, infermieri e OSS (Operatori Socio Sanitari).

Secondo dati diffusi dall’ANAAO ASSOMED (Associazione Nazionale Aiuti Assistenti Ospedalieri – Associazione Medici Dirigenti), il maggior sindacato dei medici ospedalieri, mancherebbero 46mila operatori, tra i quali ci sono 8mila medici.

Operatori Socio Sanitari e il Coronavirus

In questa situazione, la figura professionale dell’Operatore Socio-Sanitario appare di fondamentale importanza. Perché? Sostanzialmente, per due motivi:

1 – Rappresenta un valido sostegno e appoggio a medici e infermieri nell’assistenza ai malati;

2 – Funge da tramite tra personale medico e ammalati in quanto maggiormente a contatto con questi ultimi.

PSB Srl e gli OSS

PSB Srl è un Ente di Formazione professionale e Agenzia per il Lavoro dalla lunga esperienza. Ogni anno organizza diversi corsi OSS che permettono di conseguire, dopo esame finale, un attestato di qualifica dalla validità nazionale ed europea.

Non si deve dimenticare, infatti, che l’OSS agisce in sinergia con altre figure sanitarie. Proprio per tale motivo, quest’ultimo necessita di una formazione specifica.

Iscriviti ora e avrai il 30% di sconto.