CONTRO IL DCA: RIMEDI, AMORE E PSB!

Grande successo per il nuovo seminario educativo PSB contro i disturbi del comportamento alimentare.

Estremamente positivi gli esiti conseguiti dall’incontro-seminario educativo organizzato da PSB. A far da scenario a tale splendida iniziativa che brilla per impegno, intenti ed obiettivi è, ancora una volta, il Comune di Ariano Irpino.

Il seminario, tenutosi il 16 ottobre alle ore 8.30 presso la sede PSB di via Cardito, ha dimostrato l’estrema importanza e, soprattutto, il forte interesse per una questione che per quanto possa sembrare circoscritta a pochi casi e di lieve impatto si rivela, in realtà, estremamente più radicata ed estesa.

Intensa la partecipazione ma ancor più evidente l’emozione e la commozione dei presenti e degli illustri ospiti che vi hanno preso parte.

Trattare e discutere il delicato argomento dei DCA, ovvero, dei disturbi del comportamento alimentare ha significato, infatti, compiere un ulteriore passo verso la conoscenza e la risoluzione di questa triste e comune problematica. Evidente e dolcissima, inoltre, la commozione di Loredana Biclungo; l’autrice, ex allieva PSB, ha affrontato, infatti, la tematica con particolare intensità e la sua duplice e personale emozione ha caratterizzato sia il racconto della sua stessa esperienza che la presentazione del suo affascinante e delicato libro “In trasparenza”.

Le circa 140 persone presenti hanno, dunque, potuto assistere ad un incontro dal forte impatto socio-culturale e ad una ricca alternanza di interventi da parte di illustri professionisti del settore sanitario come: il Dott. Giuseppe Sorvillo, la Dott.ssa Antonia Pasquariello ed il Dott. Pasquale Tammaro. Il seminario aperto e presentato dalla coordinatrice responsabile dei corsi PSB, la Dott.ssa Giovanna Brancaccio è stato, inoltre, caratterizzato dalla proiezione del lavoro del Dott. Davide Gabriele Bianco.

Con la proiezione dell’incisivo cortometraggio “Io “non” ho bisogno di voi” il giovane ed eppure esperto cineasta ha coinvolto ulteriormente l’emozione dei presenti.

La partecipazione degli attori del cortometraggio ha contribuito, inoltre, alla riuscita di un’iniziativa che si è rivelata estremamente importante anche da un punto di vista aggregativo. Pur trattandosi, infatti, di un contesto estremamente variegato ed affollato; il calore, la familiarità ed i buoni sentimenti intrisi nell’iniziativa hanno reso possibile la creazione di un’atmosfera che ha segnato la differenza di un evento e l’originalità di un seminario educativo che ha potuto, dunque, distinguersi anche per un quieto clima di compartecipazione e serenità.

Gli attori del cortometraggio hanno partecipato con vivo entusiasmo anche alla consegna finale degli attestati ed il libro “In trasparenza”, offerto come omaggio ai presenti, ha decretato la chiusura di un evento che difficilmente potrà essere dimenticato e che, anche se nel suo piccolo e a modo suo, avrà certamente dato il proprio contributo per la sconfitta di questo triste e silenzioso male.

di Serena Giorgio