Concorso Navigator 2019: bandito il concorso per 3000 posti

È stato bandito il concorso Navigator ANPAL. Sono 2.980 i posti a disposizione. Qui, di seguito, i relativi requisiti di ammissione e le modalità di svolgimento

Il navigator è una nuova figura professionale che supporterà i soggetti richiedenti il Reddito di Cittadinanza nell’attività di ricerca di una nuova professione; sarà la figura centrale dell’assistenza tecnica fornita da ANPAL Servizi S.p.A. ai Centri per l’Impiego.

Questa figura dovrà facilitare l’incontro tra i beneficiari del programma RdC e i datori di lavoro, i servizi per il lavoro e i servizi di integrazione sociale, come prestabilito dai Patti per i Servizi.

Il concorso è su base provinciale, quindi in candidato dovrà indicare una sola provincia per la quale concorrere.

I posti messi a bando sono, precisamente, 2.980 distribuiti in:

ABRUZZO TOT. 54
CHIETI 15
L’AQUILA 14
PESCARA 14
TERAMO 11
BASILICATA TOT. 31
MATERA 12
POTENZA 19
CALABRIA TOT. 170
CATANZARO 30
COSENZA 60
CROTONE 21
REGGIO CALABRIA 47
VIBO VALENTIA 12
CAMPANIA TOT. 471
AVELLINO 24
BENEVENTO 16
CASERTA 80
NAPOLI 274
SALERNO 77
EMILIA ROMAGNA TOT. 165
BOLOGNA 40
FERRARA 13
FORLI`‐CESENA 14
MODENA 25
PARMA 18
PIACENZA 10
RAVENNA 14
REGGIO EMILIA 18
RIMINI 13
FRIULI VENEZIA GIULIA TOT. 46
GORIZIA 6
PORDENONE 9
TRIESTE 10
UDINE 21
LAZIO
TOT. 273
FROSINONE 21
LATINA 30
RIETI 12
ROMA 195
VITERBO 15
LIGURIA TOT. 66
GENOVA 39
IMPERIA 9
LA SPEZIA 8
SAVONA 10
LOMBARDIA TOT. 329
BERGAMO 38
BRESCIA 50
COMO 18
CREMONA 16
LECCO 12
LODI 12
MANTOVA 20
MILANO 76
MONZA BRIANZA 27
PAVIA 22
SONDRIO 10
VARESE 28
MARCHE TOT. 55
ANCONA 17
ASCOLI PICENO 8
FERMO 6
MACERATA 11
PESARO‐URBINO 13
MOLISE TOT. 13
CAMPOBASSO 10
ISERNIA 3
PIEMONTE TOT. 176
ALESSANDRIA 16
ASTI 8
BIELLA 6
CUNEO 16
NOVARA 12
TORINO 107
VERBANO‐CUSIO‐OSSOLA 4
VERCELLI 7
PUGLIA TOT. 248
BARI 78
BARLETTA‐ANDRIA‐TRANI 28
BRINDISI 21
FOGGIA 41
LECCE 45
TARANTO 35
SARDEGNA TOT. 121
CAGLIARI 41
NUORO 12
ORISTANO 12
SASSARI 25
SUD SARDEGNA 31
SICILIA TOT. 429
AGRIGENTO 35
CALTANISSETTA 24
CATANIA 100
ENNA 13
MESSINA 45
PALERMO 125
RAGUSA 21
SIRACUSA 31
TRAPANI 35
TOSCANA TOT. 152
AREZZO 12
FIRENZE 40
GROSSETO 9
LIVORNO 16
LUCCA 16
MASSA‐CARRARA 10
PISA 18
PISTOIA 13
PRATO 9
SIENA 9
UMBRIA TOT. 33
PERUGIA 24
TERNI 9
VAL D’AOSTA TOT. 6 
AOSTA 6
VENETO TOT. 142
BELLUNO 4
PADOVA 25
ROVIGO 9
TREVISO 22
VENEZIA 27
VERONA 32
VICENZA 23

Quale titolo di studio bisogna avere per poter partecipare?

Alla procedura selettiva possono partecipare coloro che, alla data di
scadenza del termine per la presentazione delle domande, siano in possesso dei requisiti sotto indicati:

a) laurea magistrale/specialistica(LM/LS) in una delle seguenti discipline:

– scienze delle pubbliche amministrazioni (LM‐63 o 71/S)

– scienze economico aziendali (LM‐77 o 84/S)

– servizio sociale e politiche sociali (LM‐87)

– programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali (57/S)

– scienze della politica (LM‐62 o 70/S)

– scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua (LM‐57 o 65/S)

– psicologia (LM‐51 o 58/S)

– giurisprudenza (LMG‐01 o 22/S)

– teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica (102/S)

– scienze pedagogiche (LM‐85 o 87/S)

– sociologia e ricerca sociale (LM‐88)

– sociologia (89/S)

– scienze dell’economia (LM‐56 o 64/S)

b) ovvero diploma di laurea (DL) secondo il “vecchio ordinamento” corrispondente ad una delle lauree magistrali elencate sopra ai sensi del decreto 9 luglio 2009 del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca;

c) ovvero siano in possesso di altra laurea equiparata o equipollente sulla base delle vigenti disposizioni normative. Si valutano equipollenti a quelli suindicati anche i titoli di studio conseguiti all’estero, o i titoli esteri conseguiti in Italia, riconosciuti secondo le vigenti disposizioni.

La durata dell’incarico

L’incarico durerà fino al 30 aprile 2021 e un compenso lordo annuo di 27.338,76 euro; oltre 300 euro lordi mensili a titolo di rimborso per le spese di viaggio, vitto e alloggio.

Come si articolerà la prova di selezione?

La prova di selezione consiste in un test con domanda a risposta multipla formato da 100 domande tra cui:

10  quesiti sul sistema di istruzione e formazione;
10 quesiti sulla regolamentazione del mercato del lavoro;
10 quesiti di economia aziendale;

10 quesiti di cultura generale;
10 quesiti psicoattitudinali;
10 quesiti di logica;

10 quesiti di informatica;
10 quesiti sui modelli e strumenti di intervento di politica del lavoro;
10 quesiti sul reddito di cittadinanza;

10 quesiti sulla disciplina dei contratti di lavoro.

Il tempo complessivo a disposizione sarà di 100 minuti.

Il punteggio totale di ciascun candidato verrà ottenuto valutando le risposte fornite così come segue:
– 1 punto per ogni risposta esatta
– 0 punti per ogni risposta non data
– 0,4 punti per ogni risposta errata e per ogni multi‐risposta

Superano la prova i candidati che avranno ottenuto un punteggio minimo di 60/100.

Risulteranno vincitori i primi in graduatoria per ogni provincia in ordine di punteggio, fino alla concorrenza delle posizioni disponibili.
In caso di parità verrà preferito il candidato con il miglior voto di laurea.
In caso di ulteriore parità verrà preferito il candidato più giovane di età.

E’ possibile inoltrare la domanda sul portale http://selezionenavigator.anpalservizi.it

Anna Petito