Concorso internazionale “Florestano Rossomandi”

La P.S.B. srl di Bovino ha accolto la ventesima edizione del concorso musicale internazionale Florestano Rossomandi

Ogni anno a Bovino, uno dei borghi più belli d’Italia si svolge il Concorso internazionale musicale “Florestano Rossomandi” per pianoforti, archi, chitarra, canto lirico e moderno, cori, musica da camera, orchestre, fisarmonica, percussioni, licei musicali e scuole secondarie di I grado ad indirizzo musicale.

Concorso musicale Florestano Rossomandi
Concorso musicale Florestano Rossomandi

Ventesima edizione del concorso

Quest’anno la 20ª edizione del Concorso Internazionale “Florestano Rossomandi”, svoltasi presso la sede P.S.B. srl di Bovino, ha avuto un grande successo sia come manifestazione musicale piuttosto importante, ma anche per la sua rilevanza ottenuta nello “scambio interculturale” in quanto ha visto come protagonisti, cantanti e musicisti provenienti da varie parti d’ Italia e dall’ Estero.

Chi era Florestano Rossomandi?

Florestano Rossomandi, concertista, professore, compositore al conservatorio di Napoli, appartiene alla schiera dei più grandi pianisti della 2 metà dell’ottocento e dei primi decenni del ‘900. Nacque a Bovino il 22 agosto 1857. Uscito dal Conservatorio ancora giovane, per due anni fu Maestro Concertatore di pianoforte del Reale Teatro San Carlo di Napoli, fondò e diresse per oltre 20 anni l’ “Associazione-Scuola Rossomandi” per addestrare allievi alla esecuzione pubblica.

Diede diversi stupendi concerti in Inghilterra e in Francia.  Fu insignito inoltre del titolo di Grande Ufficiale della Corona d’Italia con qualifica di Professore al Conservatorio Musicale di Napoli. Le sue due opere: “Antologia didattica” e “Guida per lo studio del pianoforte”, furono adottati nei conservatori d’Italia e nei conservatori di Londra, Buenos Aires, Chicago, Filadelfia, New York, Atene, Cairo e Cincinnati.

Le parole del Sindaco della Città di Bovino: Vincenzo Nunno

Il sindaco Vincenzo Nunno con giovani corsisti
Il sindaco Vincenzo Nunno con giovani corsisti ( fonte: Bovino eventi e comunicazioni)

“Florestano Rossomandi è stato e rimarrà per sempre, non solo un esempio di rettitudine e capacità, ma soprattutto il fiero rappresentante di un territorio al quale a distanza di tanti anni, continua a regalare prestigio e visibilità internazionale. Recuperare la memoria e valorizzare personaggi che hanno fatto grande il nostro territorio è impegno doveroso, fondamentale se si vuole migliorare e crescere. Un impegno che questa Amministrazione, che ho l’onore di rappresentare, vuole fortemente portare avanti. Desidero complimentarmi con gli organizzatori della manifestazione, Accademia Vibinensis, Pro Loco ed in particolare la Prof.ssa RIZZO, alla quale va il merito di aver sempre creduto nell’ importanza di tale manifestazione, mantenendo sempre vivo il ricordo di Florestano Rossomandi e trasmettendo ai giovani quella sana competizione, quella voglia di emergere, con la consapevolezza che non c’è successo privo di difficoltà, di impegno, di spirito di sacrificio.”

 

 

 

 

 

 

 

Francesco Giannetta