Concorso Allievi Carabinieri 2019: 3700 posti, ecco tutti i requisiti

Nuovo bando di concorso per il reclutamento di 3700 allievi carabinieri in ferma quadriennale: ecco i requisiti per partecipare. Scadenza 24 aprile 2019

Aggiornamento del 27\03\2019 delle ore: 9.35

PSB Srl, Agenzia per il Lavoro ed Ente di Formazione, organizzerà un corso ad hoc per l’acquisizione  della certificazione EIPASS, alla quale viene attribuita 1 punto nel nuovo bando di concorso per il reclutamento di 3700 Carabinieri. La certificazione informatica, sarà valida per il concorso, se acquisita negli ultimi tre anni alla data di scadenza di presentazione della domanda di partecipazione al concorso.

Nuovo bando di Concorso Carabinieri in arrivo: a darne notizia il sito ufficiale dell’Arma, che riporta anche tutte le indicazioni utili in merito ai passaggi da effettuare per accedere al concorso.

La presentazione delle domande sarà possibile dal 23 marzo al 24 aprile 2019. La procedura concorsuale, per titoli ed esami, prevede il reclutamento di 3700 Allievi Carabinieri in ferma quadriennale. Si tratta di un concorso aperto a tutti, non solo ai militari. Anche i civili infatti, sebbene per una quota minoritaria e pari al 30% dei posti totali messi a disposizione, potranno partecipare al bando.

Concorso Allievi Carabinieri 2019: il dettaglio dei posti disponibili

Nel dettaglio, la ripartizione dei 3700 posti totali, avverrà come indicato sul sito ufficiale dell’Arma:

  • 529 allievi carabinieri in ferma quadriennale, riservato, ai sensi dell’articolo 703 del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, ai volontari in ferma prefissata di un anno (VFP1) e ai volontari in ferma prefissata quadriennale (VFP4), in servizio (posti riservati ai militari);
  • 139 allievi carabinieri in ferma quadriennale, riservato, ai sensi degli articoli 703, 706 e 707, del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, a coloro che non abbiano superato il ventiseiesimo anno di età; il limite massimo d’età è elevato a ventotto anni per coloro che abbiano già prestato servizio militare (posti riservati ai civili);
  • 32 allievi carabinieri in ferma quadriennale, riservato ai sensi del decreto legislativo 21 gennaio 2011, n. 11, ai concorrenti in possesso dell’attestato di bilinguismo di cui all’articolo 4 del decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n. 752 e successive modificazioni.

Concorso Allievi Carabinieri 2019: requisiti d’accesso

Per poter accedere al nuovo concorso Allievi Carabinieri 2019 sarà necessario essere in possesso dei seguenti requisiti di carattere generale:

  • maggiore età;
  • cittadinanza italiana o in uno degli Stati Membri dell’Unione Europea, in Paesi Terzi con regolare permesso di soggiorno di lungo periodo oppure titolarità dello status di rifugiato (previa verifica della conoscenza della lingua italiana);
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere esclusi dall’elettorato politico attivo oppure destituiti, dispensati o licenziati da una pubblica amministrazione;
  • non aver riportato condanne penali o procedimenti penali in corso che impediscano l’instaurarsi di un rapporto di pubblico impiego;
  • idoneità fisica all’impiego;
  • posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva per i candidati di sesso maschile nati entro il 1985

Per i militari, ulteriori requisiti specifici sono:

  • età inferiore ai 28 anni (non compiuti)
  • licenzia media

I civili che intendano partecipare al bando dovranno essere invece in possesso di questi requisiti specifici:

  • età inferiore ai 26 anni (non compiuti)
  • diploma di maturità

Concorso Allievi Carabinieri 2019: le prove di selezione

Sono previste due prove di selezione, una teorica ed una pratica. La prova scritta si baserà su un questionario composto da 100 domande di logica e cultura generale. La prova pratica sarà invece basata su un accertamento attitudinale e sanitario, necessario all’ottenimento dell’idoneità fisica. Il superamento della prova pratica sarà propedeutico all’inserimento del candidato in graduatoria. Il punteggio in graduatoria sarà invece formato dalla somma dei punteggi relativi alla prova scritta ed ai titoli posseduti.

Giuseppe Esposito