Amazon Go, la nuova frontiera dei supermercato, arriverà presto in Europa, a Londra

La nuova tipologia di supermercato, senza commessi interni e totalmente senza casse, inaugurata negli Stati Uniti nel 2016 aprirà presto a Londra. Importanti novità dunque per i lavoratori europei.

Il primo supermercato Amazon Go, aperto il 5 dicembre 2016 nel quartier generale di Amazon a Seattle (Washington), era aperto soltanto ai dipendenti aziendali. Soltanto a partire dal 22 gennaio 2018 venne aperto al pubblico. Attualmente i negozi sono sette: tre nella già citata Seattle, altre tre a Chicago (Illinois) e una in California, a San Francisco.

Perché Amazon Go a Londra

La società di e-commerce guidata da Jeffrey Preston Bezos (detto Jeff) ha l’ambizioso obiettivo di aprire, entro il 2021, ben 3000 punti vendita di Amazon Go. Il primo passo, oltre alla conquista dell’Europa, consiste nell’apertura di punti commerciali nei principali aeroporti statunitensi, come ad esempio il Norman Y. Mineta San Jose International Airport.

Per quanto riguarda l’Europa, da notizie fatte trapelare recentemente dal quotidiano britannico Daily Telegraph sembrerebbe che Amazon stia ricercando una sede per il suo supermercato nel celebre incrocio di Oxford Circus, tra Oxford Street e Regent Street.

La scelta di Londra sembrerebbe dettata da due fattori: prima di tutto Londra è una vetrina commerciale imprescindibile per chiunque sia interessato a farsi pubblicità. Poi il fattore linguistico e culturale, possiamo parlare in questo caso di anglosfera, ha avuto una parte fondamentale nella decisione finale sull’ubicazione della prima sede di Amazon Go.

Come funziona Amazon Go?

Il funzionamento di Amazon Go è molto semplice. Essendo privo il negozio di cassieri e di commessi, il cliente deve esclusivamente porre la merce prescelta sull’apposito carrello. Una serie di telecamere, algoritmi e sensibili sensori si occuperà di calcolare il conto, che sarà attribuito direttamente sull’account Amazon personale del fruitore del servizio.

Il supermercato 2.0 , rappresentato da Amazon Go, è al tempo stesso un’opportunità e un pericolo per i lavoratori del settore. Visto ancora lo scarso numero di punti commerciali non possiamo ancora sbilanciarci sul reale effetto che quest’innovazione tecnologica avrà sul mondo del lavoro.